SENTIMENTO POETICO

Impossibilitato in un mondo per me troppo difficile:
ogni semplice azione muore prima che nasce;
è l’immobilità severo comandante che tutto dirige
e che riporta come piccolo pargoletto in fasce.

Le mie reazioni sono massime
ma è ostico usare questa parola
se poi si scontra la prassi a me
usando stesso metodo ogni ora.

Decisioni effettive più o meno nulle
che si ripropongono sempre invano
facendo dondolare su infantili culle
il mio corpo fermo nello stesso vano.

Reazioni ce ne sono sì, ma davvero minime:
devo sempre considerare l’altrui comportamento
stando al particolare di ogni dettaglio attento

riuscendo a trovare profonda forza in rime.

E’ questo l’interiore mio profondo segreto:
il sentimento poetico matura,
infondendo bellezza ovunque per decreto
che nella vita sempre perdura.

COMMENTO:
dopo l’incidente Federico si è ritrovato all’improvviso in un altro mondo in
cui ogni singola sua azione muore prima di nascere viste le impossibilità di
renderla effettiva con l’azione soggetta ai suoi limiti fisici. Fede in certe
circostanze si sente bambino tanta è l’impossibilità di poter svolgere una
semplice azione come può essere quella di prendere un oggetto in un piano
troppo rialzato e che non può in alcun modo raggiungere. Le decisioni autonome
invece per la maggior parte sono prive di completa autonomia e qui non hanno alcun motivo di esistere facendoti sentire come bambino in culla
accudito e riverito. Le reazioni sono minime e dipendono sempre dall’amicizia,
libertà e voglia delle altre persone. In questa drammatica situazione Reeko
conosce un segreto: la poesia che infonde bellezza ovunque quasi come per
legge..

VAI AI COMMENTI PER IL LETTORE