@@@ 38 UNA FORTUNA CONFUSA

Sara e Martina la vita non si è rovinata
ma anzi, nella vostra prospettiva
viene dentro di voi maggiormente amata,
perché una persona si sente viva
solo se una vera difficoltà viene superata.

E' un concetto davvero difficile il mio
ma sappiate che siete molto fortunate
per poter ben capire ciò che è restio
alla maggior parte delle persone nate,
le quali non riescono a gustare il brio.

Finalmente ho incontrato due Folli amiche
che possono condividere la mia stessa realtà
evidenziando agli altri come siano nemiche
tutte le esperienze mondane di superficialità!

COMMENTO:
Cara Sara e Martina è stato un gran onore e piacere conoscervi oggi pomeriggio; spero vivamente poi di potervi risentire presto visto che per contattarmi i miei dati ce l'avete.. Quando dico nella strofa che la vostra difficoltà è stata superata non intendo da un lato concreto e visibile ma interiore: in questo sito ho raccontato della mia personale esperienza che mi ha permesso di scoprire la Follia che è riuscita a farmi superare le avversità più dure a conseguenza dell'incidente; vedete la Follia non è una magia e nemmeno una medicina che si può bere, ma è una spinta a trovare la soluzione ideale e specifica dentro una certa persona per trovare il suo equilibrio; questo è quello che mi auguro che troviate anche voi...Comunque sono francamente convinto che Cristo sia in qualche modo invidioso di quando crea qualcosa di veramente bello come siete (e con la mia gran superbia: che sono!), perciò lancia saette per normalizzare equiparando la situazione con gli altri in una sorta di democrazia generale: a me il midollo e a voi l'udito...
Spero infine di potervi risentire davvero a breve... Perciò fatevi vive!!!

VAI AI
COMMENTI DEL LETTORE