@ 05 LA MIA VITA E' UN EQUAZIONE?

DOTTORE: "Ormai Federico hai la mente malata.."
REEKO: "Accidenti! e ora in vita come faccio?"
DOTTORE: "Eh..sta attento perchè sarà una gran mazzata:
          Preparati a congelare come freddo giaccio!"

Reeko delle domande però poi si pone:
REEKO: "Mi spieghi allora dottore stamattina
       perchè però un 30 all'esame a casa ho portato...
       Forse sarà allora meglio scendere giù in cantina
       dove solo con me stesso avrò tutto comportato!"

Reeko in vero la soluzione ottimale bene conosce:
"rendere dentro il proprio io le tristezze mosce,
valutando i frammenti di vita in sé e con sé solo
appoggiando saldamente la testa sopra il mento
e seduti da soli con l'oceano di fronte in cima al molo,
nel silenzio sentire il freddo e puro sapore del vento!

COMMENTO:
Era una sera di Settembre del 2004 quando ancora nelle vesti di Federico, Reeko stava andando a fare delle fotocopie presso una cartoleria vicino alla casa dove all'epoca abitava; in quel momento si fermò mettendosi in fila accostato dietro a delle macchine ferme davanti a lui; con la necessità di curvare per il viale di parcheggio davanti alla cartoleria del negozio (Paci),mentre lo stava facendo fu tuttavia bruscamente scontrato da un auto che correva ad alta velocità nella corsia opposta: è stata una breve frazione di secondo e la sua vita cambiò radicalmente; la signora Bulgara che lo investì stava correndo molto forte (ad una velocità di 90 km/h come la perizia poi dimostrò) e per lo scontro Federico subì un colpo di frusta spaventoso da cui ne' derivò una lesione midollare alla settima vertebra cervicale; cadde subito in coma tornando se stesso per le vacanze di Natale; il trauma subito tuttavia lo condizionò a vita a non potersi più rialzare in piedi autonomamente impossibilitato a muovere le gambe in aggiunta ad altri deficit fisici; dopo quell'incidente Federico subì inoltre una duplice lesione: una midollare determinata da uno schiacciamento della 7° vertebra cervicale a causa della quale non potrà più alzarsi autonomamente in piedi e una lesione cervicale generata da un lungo stato di coma vigile durato 3 mesi che gli comportò un lungo periodo di riabilitazione intellettiva per riuscire a riprendere gli studi come prima; dopo il risveglio dal coma il ragazzo, nelle nuove e ancor inconsapevoli vesti del Folle Reeko, ha dovuto iniziare un lungo periodo di riabilitazione in dei centri ospedalieri di fisioterapia specifici per la cura dei vari deficit midollari; inoltre passare 3 mesi di coma, se pur in uno stato vigile, gli causò un profondo contraccolpo celebrale dal quale ne derivarono alcune complicazioni sul ricordo mnemonico a breve termine in primo momento: per la medicina non c'erano possibilità su esempio di "passati clinici" simili ai suoi, di riprendere una vita intellettiva attiva come prima; ma la voglia di non arrendersi e di lottare contro la sua inaspettata e altamente negativa vicissitudine, portò Fede, dopo lunghe sedute da degli psicologi per sopperirire ai deficit del ricordo e pratiche vocali per ripristinare il tono della voce come prima migliorando l'aspetto sia lessicale che bronchiale dovuto al lungo periodo di inattività steso in un letto, a conseguire in 1,5 anni 12 esami, fino ad essere proclamato dottore in economia aziendale il 5 Maggio 2008 all'università di Economia di Perugia con un voto finale di 101/110. Questo gran risultato è stato ottenuto grazie al Folle spirito di cambiamento del "nuovo Reeko" (il Fede evoluto) che è riuscito a sopperire a molti aspetti negativi della sua difficile situazione concependo la vita diversamente rispetto a prima grazie alla sua Follia..

/@@DEFINITIVA@@\

VAI AI COMMENTI DEL LETTORE

1 commento e 1 risposta scritti