@@ 13 BASTEREBBE COSI’ POCO PER ESSERE FELICI.…

Componi nel profondo di te quotidianamente
ma molti caro Reeko non ci credono;
partorisci sempre pensieri in rima in mente
e letti, le persone ammutolite siedono,
disorientate nell’armonia lessicale che si sente.

Ohibò, ma questa tua abilità è solo fortuna?
Ma,se fosse solo per me non ci crederei troppo
visto che non c’è proprio alcunché di lacuna
venendo superato sempre ogni“lessicale toppo”!

Ma allora Reeko, dove la trovi questa tua profonda ispirazione?
Vedete,tutte le parole il cuore dentro di esso sente
attraverso il pensiero che tutti potete leggere nella vostra azione,
il Folle ragazzo spontaneamente nell'animo stende
con rime di parole di una sua passata esperienza di“acida nozione”.

Il dolore iniziale è stato il primo motore
per azionare l’intero meccanismo;
una personale abilità mi rese poi attore
di ogni mio più“poetico attivismo”.

Grazie a tutto questo sono poi riuscito a creare un mondo
nel quale la poesia è stata il più efficacie strumento
con cui il vecchio Fede in delle Folli sembianze nascondo,
mostrando attraverso Reeko il suo più gran fermento.

Tutto qua, non c’è nient’altro di più…
Purtroppo però la gente si è scordata
come lasciar perdere quel sovrappiù
che la vita ogni dì manda ad ondata…

Che peccato! E pensare che ci vorrebbe poco per essere felici…
Sarebbe sufficiente conoscersi dentro bene
ed essere circondato nella”nudezza materiale”dai più fidi amici
con cui far crescere dell’amicizia il seme.

COMMENTO:
Reeko in questa strofa ha cercato di sintetizzare 10 anni delle sue esperienze di vita che lo hanno portato a comprendere attraverso il dolore, aspetti che solamente adesso dopo tutto quello che ha passato nelle proprie vitali difficoltà dettate dalla disabilità, ha ben chiari nella mente: quello che lui nel sito ha chiamato "Follia"è semplicemente la capacità di percepire i propri bisogni e tutto ciò che abbiamo dentro di noi che in questa maniera, riesce a renderci esaustivamente appagati nella nostra vita; questo potrebbe derivare da qualsiasi cosa, come delle piccole abitudini quotidiane all'interagire con qualcun altro; ognuno però, il suo modo per essere davvero felice, lo deve scoprirlo dentro di sé in quanto è intrinsecamente legato al suo modo di essere appagato; cari lettori l’amicizia e la famiglia infine rappresentano infine i due più stabili e resistenti perni su cui poter appoggiare le nostre vite condividendo insieme l’evolversi del nostro divenire futuro; insomma il riuscire a capirsi e l’aver intorno persone sincere e fidate sono le vere vie in cui è possibile raggiungere la propria più grande felicità.

VAI AI COMMENTI DEL LETTORE