LA POETICA EVOLUZIONE 04

Gemy caro, la Follia un giorno mi ha creato:
il 19 Settembre 2003 nel reale Fede è “morto!"
Arduo fu allora di nuovo il ritorno al normale:
si era infatti accorto che dopo essere sorto,
mai in vita avea assaggiato tale “aspro sale”…

Ma lui l'esistenza invero nel cuore ha sempre amato
anche se quel dì la più aspra tisana ebbe assaporato:
d'improvviso allora capì che era seduto sul divano
venerato in giro per il mondo come attore di teatro…

Consapevole fu così che non era più vita reale quella:
troppo comodo infatti stava su quel morbido vano,
senza riuscire la vita a domare come cavallo in sella…

In un istante d'improvviso gli cadde giù addosso il cielo:
ha sentito un drammatico, intenso e roboante frastuono,

che paradossalmente fu un fulmineo lampo e non tuono:
Tutta la vita gli si scoprì all’evidenza da sotto il velo.

Reeko fu solcato midollarmente con l'aratro
e non potendo così prender più rose di teatro,
rimboccandosi le maniche è profondamente cambiato:
ora è consapevole della diversità di ogni sua azione

e nel "Folle Reeko" si è radicalmente trasformato...

Con in testa i principi della vita in diversa nozione,
Reeko sente ardere dentro in ogni momento,
assaporando istanti di vita che non esistono nel normale
ma che con la testa ben appoggiata al mento,
gli hanno fatto capire la vera e vitale essenza del reale.

COMMENTO:
In questa Strofa Poetica Reeko introduce Gemy, il suo più fido ed inseparabile compagno d'avventura in quanto conoscitore e difensore della “Folle arte del vivere moderno” in cui si è imbattuto casualmente (e “obbligatoriamente”per continuare a vivere al meglio) dopo l’incidente stradale che ho costretto a vivere a vita su di una carrozzina; Gemy è teso a rappresentare metaforicamente l'altro punto di vista interiore che completa perfettamente l'animo di Reeko riuscendo così a trasfigurare il proprio animo al meglio nel blog e urlando al mondo l'essenza stessa della Follia. Nello specifico "Gemy" è l'abbreviativo “inglecizzato” di Geremi, il terzino che per anni ha giocato nel Real Madrid e nella nazionale Camerunense; questo è teso così a rappresentare con un nomignolo un suo grande sostenitore e fido amico Giacomo Barni (amante del calcio africano e simpatizzante fin da bambino per il Camerun). In questa strofa Reeko sottolinea a Gemy come sia stata la Follia a crearlo in quello storico e rivoluzionario 19 Settembre 2003 quando, ancora nelle vesti originarie di Federico e non Follemente “evolute”, il ragazzo stava andando a fare delle fotocopie di un contratto di locazione dell'appartamento dove abitava a Perugia con i suoi amici più stretti; era un giro in macchina di comune routine vicino casa ma arrivato di fronte alla cartoleria dovette svoltare a sinistra per inserirsi nel viale dove avrebbe potuto poi parcheggiare; il destino tuttavia volle che proprio in quell’istante una donna Bulgara che faceva come la perizia ha poi costato dopo l'incidente gli 89 km/h e stava parlando al cellulare come un testimone aveva testimoniato nell'iter delle ispezioni legislative, ipotesi tra l'altro rafforzata anche dalla totale mancanza di segni dei pneumatici per terra, condizione tesa ad avvalorare appunto la tesi di distrazione alla guida del pilota, lo colpì lateralmente contro la parte frontale-laterale destra della macchina. Dopo l'intensità del fortissimo scontro Fede è caduto immediatamente in coma: ricoverato all’ospedale di Montecatone è' stato in uno stato di non coscienza vigile per ben 3 mesi dopo i quali si è risvegliato ma non potendo più camminare e con dei grossi deficit intellettivi in un primo tempo incentrati sopratutto sulla memoria a breve termine; Federico in quello stato precario dopo il risveglio ha dovuto passare ben 2 anni all'ospedale, subendo un importante operazione a Perugia e passando le "pene dell'inferno"; tutto quello che è accaduto e i problemi che quotidianamente affronta l'attuale Reeko, gli hanno fatto paradossalmente apprezzare tuttavia nitidamente il reale ora visto in una diversa e più profonda prospettiva in cui è nato ed poi si è "evoluto" l'attuale Folle Reeko colui cioè che riesce ad essere felice semplicemente percependo il soffio di vento in campagna che riesce a far volare via le foglie di un albero vicino a lui; un Folle ragazzo che ha imparato veramente a vivere apprezzando "l'arte di apprezzare profondamente l'istante". Per chiarire questo aspetto basta solo dire che se Reeko potesse tornare a quel giorno di Settembre e poter decidere se andare a fare le "fatidiche"fotocopie o invece tirare dritto per andare a mangiare una pizza evitando così l'incidente, lui sceglierebbe di nuovo la prima soluzione che lo ha trasformato nell'attuale Folle Reeko.

/@@DEFINITIVA@@\

VAI ALL'INNO DELLA FOLLIA A RIFERIMENTO DELLA STROFA POETICA PRESENTE

VAI AI COMMENTI DEL LETTORE

1 commento scritto e 1 riciclato dal vecchio blog

VAI AI COMMENTI DEL LETTORE

1 commento riciclato dal vecchio blog