LA POETICA FORZA INTERIORE 03

Ogni poesia profondi pensieri stira,
ingoiando chili d'ispirazione..
Ma perchè? Non chiedere ma mira!
Solo questo deve la tua azione...

Reeko consapevole è del vitale duro:
ardue difficoltà nella sua vita in vero
incementate tra loro in possente muro,
superabile solo con in mano un cero...

Tale è il suo amore per la vita "puro",
perchè Reeko contro di essa è "in lotta":
con tappi chiude ogni negativo spazio

programmando infine la più ottimale rotta
e, senza di tener pulita la strada sazio,
percorre la via della felicità in lui più corta.

COMMENTO:
Ogni poesia che Reeko scrive, la quale in questa maniera si trasforma
personalizzandosi in una "Strofa Poetica" e perciò letteralmente
povera (la struttura si giustifica tuttavia con il suo contenuto), termine infatti
teso dall'autore sopratutto ad evidenziare i suoi limiti culturali da un punto di vista letterario x riuscire a comporre delle poesie paragonabili a quelle
dei grandi e inarrivabili poeti del passato come Ungaretti, Leopardi o Foscolo;
Reeko cerca tuttavia di imitarle conscio delle sue basi letterarie liceali e declassandole così culturalmente componendo dei semplici versi in rima più contenuti alle proprie capacità e che egli stesso, su consiglio della propria
Follia, ha poi immediatamente definito con il termine di"Strofe
poetiche"; queste rappresentano al meglio i suoi sporadici tentativi di
poetizzare la sua vita dopo che a seguito dell'incidente nel 2004 in un profilo fisico
si è trasformata negativamente essendo costretto a passare ogni momento della
propria vita seduto su una "sedia a rotelle"; è proprio su queste
basi vitali però che nasce il Folle Reeko ragazzo che cerca di sublimare la
vita con il suo"Folle entusiasmo" attraverso la scrittura poetica: le
Strofe Poetiche infatti "cantano" tutti gli aspetti della sua quotidianità che lo hanno condito piacevolmente a volte e negativamente in
altre, evidenziando in ogni occasione la durezza del suo esistere; in questa
Strofa ad esempio, Reeko è consapevole della sua condizione irrimediabile di
tetraplegico (seduto perciò a vita su una "sedia a rotelle"),
situazione che da un punto di vista fisico può essere superata solamente
"con in mano un cero", per mezzo quindi di un miracolo divino, ma è
proprio vivendo questa sua altamente negativa verità che Reeko sempre in lotta
contro l'esistere ed il suo essere attuale, è però riuscito a raggiungere una
sua propria e personale felicità che nasce dalla sua capacità di programmare
"l'ottimale rotta", rappresentata dal suo cammino più corretto e che è
in grado di renderlo felice al massimo percorrendo quella strada interiore che
lui medesimo sa di essere la più giusta per raggiungere quel senso di pienezza
interiore che lo condurrà alla propria genuina felicità.

//@@DEFINITIVA@@\\

VAI AI COMMENTI DEL LETTORE

3 commenti scritti riciclati dal vecchio blog + 3 risposte.