@@@@@ 37 INTERIORIZZAZIONE DEL FATTO 2.

Non c'è la causa né il motivo:
è un punto morto.
Niente stimolo per esser vivo
ma sentirsi aborto.

Azioni con una triste base
che si sciolgono al vento
generando l'interiore fase
di creare un mio spento
movimento che ha le rase
immobilità di riferimento.

Paure allora mi nascono
in dirompente acuto
per cui infine s’intascano
solo perle dell’avuto
che d’entusiasmo cascano.

Queste però Reeko interiorizza
evolvendo nella parte inconscia
in cui con tale maniera valorizza
gli aspetti che rendono moscia
parte reale che così si enfatizza.

COMMENTO:
Martinelli Federico iniziò a scrivere per Amore e da quel momento in poi ebbe
chiara la sua parte inconscia: quel momento fu la scoperta; solo dopo l’incidente
però imparò ad utilizzarla interiorizzando tutto ciò che di “FATTO”, stava all’esterno
di lui; in questa maniera la vitale azione svolta si basava solamente su i
propri valori: quella più triste si esaltava e quella più gioiosa andava
esaltandosi il tutto su delle basi che trasfiguravano la sua situazione a
seguito dell’incidente. In tale maniera così Federico assimila attraverso il
suo stato interiore rappresentato da Reeko vuoi per un verso e vuoi per l’altro,
solo perle d’entusiasmo per tutto quello che gli accade. In questa maniera
infine la sua parte inconscia si è rafforzata valorizzando tutti quegli aspetti
che rendono il consueto e normale stato esistenziale misero. Interiorizzare il fatto è il grande segreto che Federico grazie all'azione posta in essere dopo la rinascita in Reeko ha imparato ad usare a suo vantaggio nel durissimo percorso esistenziale dove cadde.

3 EFFICACI STRUMENTI PER ANDARE AVANTI

VAI AI COMMENTI PER IL LETTORE