@@@@@ 141 FOLLE MATURAZIONE

Allacciato alla stretta poesia
per costruire qualcosa di reale:
Fede voglio che il desino sia
una realtà per te assai speciale
che ti renda su come tu stia
così felice cambiando il canale.

Un percorso arduo, ne sono certo,
ma gli strumenti li hai acquisiti
ed ora devi mettere allo scoperto
i mezzi che finora sono serviti
ad esprimere le tue idee all’aperto.

Ora sei finalmente pronto
ed adesso esci fuori
senza utilizzare lo sconto
per visibilità a priori.

Agisci perciò concretamente
senza avere dei perentori
tasselli inestricabili in mente
che giudichino le esteriori
falsità per cui meglio si sente.

COMMENTO:
una trasposizione di personalità che manifesta la sua entità più profonda: la FOLLE MATURAZIONE è una vera e propria "RINASCITA" a priori in uno stato più consapevole di vita per l'ottenimento del più vero e profondo stato di felicità personale; ecco
come la parte inconscia di Federico che ha creato Reeko, emerge parlando direttamente
alla propria parte umana e attiva di Federico ed improntandola a continuare la via
intrapresa perché consapevole che sia quella più giusta da seguire; egli infatti sa che questa è si la via più corretta ma tuttavia anche la più dura da essere portata avanti e così lo invita a
provare a non cambiare mai “il canale”, la direzione intrapresa, perché adesso gli strumenti per percorrere questo duro cammino li ha imparati ad utilizzare al meglio e con una sempre maggior
efficacia e chiarezza rendendo più evidenti ed assimilabili tutte le idee che
sono alla sua base. La Folle parte in
lui insita sprona allora Federico ad uscire allo scoperto cercando di far
capire alla gente di seguire il proprio inconscio senza basarsi solamente su
tasselli che sono stati fuorviati ed alterati dalla rotta migliore a causa della globalizzazione e standardizzazione che ha colpito la società
moderna la quale vine costretta a giudicare ed assimilare idee tutte uguali tra di loro alle persone.

FOLLE MATURAZIONE VERSIONE SUCCESSIVA DI RIFERIMENTO PRIMO


VAI AI COMMENTI PER IL LETTORE