COSCIENZA DEL PERCORSO

Delle presenze davvero importanti
si capiscono solo al bisogno.
Delle paure di perdita derivanti,
svegliano da profondo sogno
che ci spinge veritieri in avanti.

Proseguiamo senza più illusioni
consapevoli di quel che ne è derivante
collimando con nostre passioni,
nella maniera che è quella più sanante.

Il chiarimento è vero medicinale
che risolve tutto
se si capisce che è stato banale
l'atto pur brutto
di innoltrarci al concreto finale
creando il frutto
in un perfetto disgusto ottimale.

Esser coscienti delle proprie difficoltà occorre
per viver coerentemente
nella consapevolezza che quando forti si corre
è tetativo della mente
di illuminarci la via che cattivi ci vuol porre.

COMMENTO:
l'essere umano è obbligato per sua sfortuna a capire ciò che ti porta a vivere meglio e pienamente in una maniera completa, solo al momento del bisogno; in tali occasioni è come se ci svegliamo improvvisamente scoprendo quale sia la vera realtà che non è perfetta ed incastonata nella felicità e nella bellezza, ma che nasce dal dolore e da questo prende vita nella sua parte reale; quando scopriamo ed accettiamo questo, smettiamo così di farci illusioni ed le gioie che dopo riusciamo ad ottenere, sono davvero piene della massimizzazione del nostro stato d'animo. Se riusciamo ad accettare come la vita realmente sia e il nostro stato reale effettivo se pur "brutto", riusciamo a vivere a pieno immersi in un "perfetto disgusto ottimale", una completa accettazione della nostra situazione nella quale però noi siamo riusciti a coglierne i frutti più maturi e più buoni per riuscir ad andare avanti nel migliore dei modi.    

VAI AI COMMENTI PER IL LETTORE